• Dott.ssa Alessia Frasson

Perchè la musica?


Da persona che ha sempre avuto a che fare con l'arte, la musica, il canto e la danza, non posso che utilizzare questi strumenti anche nella terapia.

Oggi mi focalizzerò sulla musica, sul canto, e sul perché possono essere utili in alcuni casi durante un percorso psicologico.

Innanzitutto per tutti gli aspetti che possono far comprendere di una persona.

I gusti musicali, come tante altre nostre preferenze, definiscono la nostra personalità e secondo diversi studi possono raccontare molte cose di noi.

L'impegno mentale di un percorso di introspezione è notevole: soprattutto nelle terapie in cui si svolgono pratiche di rilassamento, la musica può diventare un tuo grande alleato.

E poi, similmente allo storytelling, a volte può essere interessante analizzare insieme una canzone che descrive un momento particolare della tua vita.

Altre volte può essere liberatorio cantare insieme: nella gestione della rabbia ad esempio può aiutare moltissimo.

La musica può essere una delle chiavi per comunicare qualche cosa che a parole non riesci ad esprimere.

Perchè c'è la musica che ascolti quando sei triste, quando sei allegro.

C'è la canzone che ti fa rivivere momenti di vita in un secondo.

Ecco perché è così importante per molti di noi.

E tu, che musica porteresti in un percorso psicologico per raccontare qualcosa di te?

#musica #benessere #starbene #percorso #introspezione #percorsopsicologico #rilassamento

5 visualizzazioni

Copyright

Studio di Psicologia Dott.ssa Alessia Frasson Psicologa Libera Professionista Ordine Psicologi del Veneto n°7679 Albo sez. A - C.F. FRSLSS84P56G693K P. IVA 04793890288

Star Bene da Oggi in Poi

I contenuti del blog sono tutelati da copyright. Questo blog è curato al solo scopo informativo, In caso di citazioni parziali od errori di omissione restiamo a disposizione dei titolari del diritto di copyright. Quando è stato possibile sono state citate  la fonte delle opere e degli articoli riprodotti, ma in caso di citazioni parziali od errori di omissione si resta  a disposizione dei titolari del diritto di copyright per le opportune rettifiche ed integrazioni.