• Dott.ssa Alessia Frasson

Invidia e gelosia?


In questo spezzone di intervista a Maria Callas viene chiesto come mai il mondo dell'opera sia così permeato dalla gelosia, inteso come sinonimo di invidia.

In effetti queste due emozioni hanno un elemento comune: il senso di inadeguatezza di chi le prova.

Mentre però la gelosia riguarda prevalentemente la paura di perdere qualcuno, l'invidia può essere definita come il dolore causato dal desiderio di possedere i vantaggi altrui.

L'invidia può verificarsi quando ci dobbiamo confrontare con qualcuno con delle qualità superiori alle nostre, che ha raggiunto più obiettivi o che ha qualche cosa più di noi. Oltre a questa condizione però, deve esserci al contempo un nostro desiderio di possedere le qualità dell'altro, col quale ci confrontiamo e per il quale proviamo invidia.

Torniamo all'intervista:

Mike Wallace: "Come mai il mondo dell'opera è così permeato dalla gelosia, dall'invidia?"

Maria Callas: "Non sono così tutti gli ambiti?"

Mike Wallace: "No."

Maria Callas: "Io ne sono certa."

L'invidia è un sentimento molto più diffuso di quanto ci possa piacere, ed è vero, è diffuso in vari ambiti e relazioni.

Per chi prova questi sentimenti negativi è fondamentale lavorare sull'autostima, elaborare il senso di inadeguatezza e vedere a quali situazioni e con quale tipologia di persone insorga maggiormente. Non è facile ammettere di provare un senso di inadeguatezza o d'inferiorità, ma è certamente il primo fondamentale passo per vivere meglio con noi stessi e con le persone che amiamo.

#invidia #gelosia #competizione #sensodiinadeguatezza #sensodinferiorità #autostima

3 visualizzazioni

Copyright

Studio di Psicologia Dott.ssa Alessia Frasson Psicologa Libera Professionista Ordine Psicologi del Veneto n°7679 Albo sez. A - C.F. FRSLSS84P56G693K P. IVA 04793890288

Star Bene da Oggi in Poi

I contenuti del blog sono tutelati da copyright. Questo blog è curato al solo scopo informativo, In caso di citazioni parziali od errori di omissione restiamo a disposizione dei titolari del diritto di copyright. Quando è stato possibile sono state citate  la fonte delle opere e degli articoli riprodotti, ma in caso di citazioni parziali od errori di omissione si resta  a disposizione dei titolari del diritto di copyright per le opportune rettifiche ed integrazioni.