• Dott.ssa Alessia Frasson

Tra le paure...


Uno dei temi coi quali mi trovo a lavorare più spesso è la paura di essere giudicati dagli altri.

E' una paura che prospera nella nostra società, estremamente individualista e competitiva: spesso anche inconsciamente ci confrontiamo con ciò che fanno gli altri o con i loro priviligi e qualità. Questo non fa che allontanarci dalla consapevolezza di chi siamo, dai nostri desideri, dai nostri bisogni.

Quante volte siamo più impegnati a preoccuparci di ciò che gli altri pensano o potrebbero pensare, che di noi stessi.

Che cosa stai davvero facendo quando hai paura di essere giudicato?

In realtà stai giudicando sia te stesso che la persona che hai di fronte.

Credi di aver fatto qualcosa che possa generare un giudizio negativo, ma in realtà è solo un riflesso delle tue stesse paure e insicurezze.

Così come credi di sapere cosa pensi e come si senta l'altro: questa è una proiezione dei tuoi pensieri, che dunque di rado potranno realmente coincidere con ciò che chi hai di fronte pensa o sente.

Allora è importante ricordare che...

Siamo noi a scegliere di non permettere che i giudizi altrui ci condizionino.

Siamo noi a dover tenere presente i nostri punti di forza e le nostre qualità quando ci sentiamo giudicati.

Siamo noi, in buona sostanza, a dover ritornare ad ascoltarci e vederci per le persone che siamo.

Perché siamo noi a definire noi stessi, con i nostri comportamenti e le nostre azioni.

E' tutto nelle tue mani.

#paura #giudizi #pregiudizi #consapevolezza

2 visualizzazioni

Copyright

Studio di Psicologia Dott.ssa Alessia Frasson Psicologa Libera Professionista Ordine Psicologi del Veneto n°7679 Albo sez. A - C.F. FRSLSS84P56G693K P. IVA 04793890288

Star Bene da Oggi in Poi

I contenuti del blog sono tutelati da copyright. Questo blog è curato al solo scopo informativo, In caso di citazioni parziali od errori di omissione restiamo a disposizione dei titolari del diritto di copyright. Quando è stato possibile sono state citate  la fonte delle opere e degli articoli riprodotti, ma in caso di citazioni parziali od errori di omissione si resta  a disposizione dei titolari del diritto di copyright per le opportune rettifiche ed integrazioni.