Articoli recenti

Ansia ed evitamento, perché non funziona?


La prima reazione nel momento in cui proviamo ansia per qualcosa è quella di evitare la situazione.

Ma l'evitamento non ti protegge davvero dall'ansia, perché non fa altro che toglierti la possibilità di abituarti alle situazioni.

Col passare del tempo, l'ansia va ad intaccare sempre più aree della tua vita, perché normalmente tendiamo a generalizzare, ovvero ad estendere un determinato comportamento (in questo caso l'evitamento) a più situazioni.

Ogni volta che eviti qualcosa per non provare ansia, la tua esperienza finale include un senso di fallimento che ti accompagnerà nelle scelte successive, complicando notevolmente le tue decisioni in varie occasioni. L'ansia e l'evitamento possono diventare pervasivi ed estremamente limitanti.

E poi, evitare di fatto lascia sempre più aspetti irrisolti e sospesi.

Per questo la cosidetta "esposizione", ovvero l'affrontare le situazioni di ansia e fobia, è ciò che risulta funzionare nella maggior parte dei casi.

Qualche mese ho avuto grandi soddisfazioni con una persona che ha seguito un percorso: mi sono illuminata quando aprendo la porta dello studio l'ho vista uscire dall'ascensore vintage del palazzo.

Era arrivata da me con il terrore di prendere l'ascensore, prendere l'aereo, stare nella stanza con la finestra chiusa perfino. Nel tempo abbiamo lavorato molto sia sul piano della sua storia personale sia sulle sue ansie, e gradualmente, passo dopo passo, ad abbracciarle invece che evitarle.

#ansia #evitare #paura #fobie #insight #percorsopsicologico #percorso #terapia #attacchidipanico

Ricerca per parola

Ricerca per categoria

Copyright

Studio di Psicologia Dott.ssa Alessia Frasson Psicologa Libera Professionista Ordine Psicologi del Veneto n°7679 Albo sez. A - C.F. FRSLSS84P56G693K P. IVA 04793890288

Star Bene da Oggi in Poi

I contenuti del blog sono tutelati da copyright. Questo blog è curato al solo scopo informativo, In caso di citazioni parziali od errori di omissione restiamo a disposizione dei titolari del diritto di copyright. Quando è stato possibile sono state citate  la fonte delle opere e degli articoli riprodotti, ma in caso di citazioni parziali od errori di omissione si resta  a disposizione dei titolari del diritto di copyright per le opportune rettifiche ed integrazioni.