Articoli recenti

Che tipo di motivazione?


Questo è un tema che mi trovo spesso a trattare.

Parliamo di motivazione.

Sì, perchè è fandamentale in tutti gli aspetti della nostra vita:

nelle relazioni, nel lavoro, nelle passioni e negli interessi.

Ci sono due tipi di motivazione:

quella intrinseca, ovvero quando siamo motivati da ricompense esterne (per ottenere successo, denaro, riconoscimenti),

e quella intrinseca (per divertimento, curiosità, per esprimersi, per avere una sfida con sé stessi).

Quella che ci porta a risultati nel tempo, è quella intrinseca, che quindi è necessaria negli obiettivi di vita a lungo termine.

Questo significa che siamo noi a darci degli stimoli, senza attendere rinforzi o pressioni dall'esterno.

Ognuno di noi ha un orientamento che rimane più o meno stabile,

ed è davvero importante conoscerlo.

Soprattutto, capire che cosa ci motiva a livello intrinseco

significa di conseguenza comprendere quali siano le cose

che ci consentono di sviluppare un potenziale:

in ultima analisi mi riferisco al diffuso

"fai quello che ami, ama quello che fai".

Ci tengo anche a sottolineare però, che se ci sono dei percorsi

(siano essi di studio o lavoro) necessari a giungere a quel punto,

è assolutamente imprenscindibile rimboccarsi le maniche e seguire

tutti gli step necessari, che li amiate oppure no.

Raggiungere un obiettivo significa tollerare anche quegli step che apparentemente ci sembrano privi di significato.

Nel tempo tutto trova il suo giusto senso.

E allora... Buon lavoro, buono studio, buone passioni!

#motivazione #lavoro #interessi #successo #passioni

Ricerca per parola

Ricerca per categoria

Copyright

Studio di Psicologia Dott.ssa Alessia Frasson Psicologa Libera Professionista Ordine Psicologi del Veneto n°7679 Albo sez. A - C.F. FRSLSS84P56G693K P. IVA 04793890288

Star Bene da Oggi in Poi

I contenuti del blog sono tutelati da copyright. Questo blog è curato al solo scopo informativo, In caso di citazioni parziali od errori di omissione restiamo a disposizione dei titolari del diritto di copyright. Quando è stato possibile sono state citate  la fonte delle opere e degli articoli riprodotti, ma in caso di citazioni parziali od errori di omissione si resta  a disposizione dei titolari del diritto di copyright per le opportune rettifiche ed integrazioni.