Articoli recenti

Pericoli del DarkWeb: cosa fare


Di recente il darkweb è tornato a fare capolino sui giornali in particolare nella vicenda che riguarda il caso di Salvatore Cipolletti, il ventiquattrenne morto suicida a Varsavia in circostanze che suscitano non poche perplessità.

Del caso si occupa il programma “Chi l’ha visto” condotto da Federica Sciarelli, nel quale i genitori del giovane confessano i dubbi riguardo al suicidio del figlio che si ipotizza essere collegato ad un gioco criminale e con il darkweb: si parlerebbe in questo caso di istigazione al suicidio.

Nasce da questo caso eclatante la necessità di chiarire alcuni punti soprattutto alla luce dei quesiti che spesso mi vengono posti dai genitori che molte volte non conoscono appieno i pericoli del web, ma certamente ne percepiscono l'esistenza.

Partiamo dal principio: il dark web è un sottoinsieme del deep web, che di solito non è possibile raggiungere mediante una normale connessione Internet senza far uso di software particolari.

Non è difficile addentrarsi nel darknet, una parte del web che prevede l’anonimato e dà accesso a un mondo fatto di mercato nero, servizi e prodotti illegali che vanno dalla pornografia ai crimini finanziari.

Che cosa possiamo fare?

* Controllare se ci sono programmi sospetti nel pc e verificarli.

Accertatevi anche se sono presenti ricerche relative ad informazioni sul darknet, su TOR, su Freenet, I2P o VPN (Virtual Private Network);

* Verificate se le cambio di password vengono cambiate spesso e la cronologia viene cancellata;

* Accertatevi di eventuali mancanze di soldi o accrediti sospetti sulle carte di credito (è importante sapere che le transazioni avvengono coi BITCOINS, una moneta virtuale);

* Verificate se viene utilizzata una casella postale per ricevere spedizioni, e se ricevete pacchi da mittenti sconosciuti.

* Anche l’utilizzo di chiavette usb piuttosto che di una piattaforma virtuale (detta cloud) nella quale immagazzinare i dati in maniera che nessun altro possa accedervi può essere uno dei campanelli d’allarme.

Parlare con i ragazzi dei pericoli del web in generale e del darkweb in particolare risulta ad oggi fondamentale.

Scegliere il darkweb, anche solo per banale curiosità, significa rischiare di incorrere in una comunicazione con criminali e persone altamente pericolose, scaricare involontariamente dati che possono metterci in grave pericolo oltre che esporci a comportamenti illegali.

Non è il darkweb in sé, sono le persone in esso ad essere estremamente pericolose: allora non c'è curiosità che tenga per ciò che può mettere a rischio la nostra vita.

#darkweb #internet #situazioniarischio #genitori #adolescenti #criminologia

Ricerca per parola

Ricerca per categoria

Copyright

Studio di Psicologia Dott.ssa Alessia Frasson Psicologa Libera Professionista Ordine Psicologi del Veneto n°7679 Albo sez. A - C.F. FRSLSS84P56G693K P. IVA 04793890288

Star Bene da Oggi in Poi

I contenuti del blog sono tutelati da copyright. Questo blog è curato al solo scopo informativo, In caso di citazioni parziali od errori di omissione restiamo a disposizione dei titolari del diritto di copyright. Quando è stato possibile sono state citate  la fonte delle opere e degli articoli riprodotti, ma in caso di citazioni parziali od errori di omissione si resta  a disposizione dei titolari del diritto di copyright per le opportune rettifiche ed integrazioni.