Articoli recenti

La sindrome rancorosa del beneficato


Quante volte i miei pazienti sono arrivati in terapia tristi e frustrati a causa di aspettative deluse in seguito all'aver aiutato qualcuno.

Persone generose e altruiste, fin "troppo buone" per loro stessa definizione, che si ritrovano ad essere svalutate o addirittura calunniate dopo aver investito tantissime energie per aiutare qualcuno.

Eppure accade che in seguito all’aiuto ricevuto alcune persone covino, invece che gratitudine e gioia, un rancore profondo e il più delle volte inconscio che riversano in maniera più o meno diretta sul loro benefattore.

Vi è mai capitata un'esperienza di questo tipo?

La persona che ha ricevuto qualche aiuto, conosce a livello razionale il valore positivo di tale comportamento. A livello più o meno conscio però, cova una rabbia e un’invidia collegate al peso del cosiddetto debito di riconoscenza.

Perchè questo accade?

La spiegazione più chiara e diretta risiede nel fatto che colui che riceve aiuto o favori avverte il suo benefattore come più potente di lui: questo crea un’asimmetria per la quale il beneficato è portato inconsapevolmente, ma a volte anche consapevolmente, a sminuire e denigrare colui che lo ha aiutato. E’ una questione collegata dunque ad un senso d’inferiorità percepito da chi riceve del bene.

Essere generosi e altruisti è una parte meravigliosa dell’esperienza umana:

è importante però capire bene COME aiutare davvero una persona così come è fondamentale che ci sia la sua reale e profonda volontà di essere aiutata.

Rispetto al “come”, voglio ricordare un proverbio cinese che dice molto a questo proposito:

"Dai un pesce a un uomo e lo nutrirai per un giorno. Insegnagli a pescare e lo nutrirai per tutta la vita."

#rancore #sindromerancorosadelbeneficato #aiuto

Ricerca per parola

Ricerca per categoria

Copyright

Studio di Psicologia Dott.ssa Alessia Frasson Psicologa Libera Professionista Ordine Psicologi del Veneto n°7679 Albo sez. A - C.F. FRSLSS84P56G693K P. IVA 04793890288

Star Bene da Oggi in Poi

I contenuti del blog sono tutelati da copyright. Questo blog è curato al solo scopo informativo, In caso di citazioni parziali od errori di omissione restiamo a disposizione dei titolari del diritto di copyright. Quando è stato possibile sono state citate  la fonte delle opere e degli articoli riprodotti, ma in caso di citazioni parziali od errori di omissione si resta  a disposizione dei titolari del diritto di copyright per le opportune rettifiche ed integrazioni.