Articoli recenti

Come gestire il panico da virus

Oggi parliamo di quattro modi per gestire le ansie correlate al fenomeno del coronavirus.

1. Non rendere il rischio più grande di quello che è

I tanti professionisti virologi che tutti noi abbiamo avuto la possibilità di ascoltare questi giorni mettono in primo piano un elemento: l'influenza mostra una letalità più alta, per cui vivere questa situazione andando nel panico più totale non ha alcun senso.

Lasciarsi guidare dall'ansia significa perdere lucidità e bloccare tutte le informazioni che invece abbiamo in questo momento necessità di comprendere e utilizzare in maniera precisa.

2. Seguire tutte le precauzioni

Questa è la cosa davvero fondamentale.

Per questo punto rinvio come sempre alle fonti ufficiali (Siti e Social dei Comuni, della Regione) nei quali si comunica in maniera puntuale, rapida ed efficiente tutto ciò che bisogna sapere e soprattutto applicare.

3. Evitare di fare incetta di news

Il panorama del web è vastissimo e sappiamo che proprio per questo le fake news abbondano. Seguire solo le fonti ufficiali è fondamentale per essere a conoscenza di ciò che accade e degli sviluppi, sapere cose (spesso fasulle) che ci mandano nel panico è assolutamente inutile.

4. Gestisci le tue ansie

Significa gestirle sia con le tecniche che già conosci e che sai funzionare per te, sia eventualmente trovarne di nuove.

La cosa più importante è ricordarsi che le probabilità di contrarre un virus diminuiscono drasticamente quando si adottano le precauzioni.

Ricerca per parola

Ricerca per categoria

Copyright

Studio di Psicologia Dott.ssa Alessia Frasson Psicologa Libera Professionista Ordine Psicologi del Veneto n°7679 Albo sez. A - C.F. FRSLSS84P56G693K P. IVA 04793890288

Star Bene da Oggi in Poi

I contenuti del blog sono tutelati da copyright. Questo blog è curato al solo scopo informativo, In caso di citazioni parziali od errori di omissione restiamo a disposizione dei titolari del diritto di copyright. Quando è stato possibile sono state citate  la fonte delle opere e degli articoli riprodotti, ma in caso di citazioni parziali od errori di omissione si resta  a disposizione dei titolari del diritto di copyright per le opportune rettifiche ed integrazioni.